Dal 1° gennaio 2018 verranno introdotte le nuove aliquote IVA in quanto:

  • Il finanziamento aggiuntivo dell’AI tramite aumento dell’IVA votato del 2009 ed entrato in vigore dal 01.01.2011 viene a scadere il 31.12.2017;
  • La votazione popolare del 24 settembre 2017 riguardante il progetto “Previdenza vecchiaia 2020” è stata respinta;
  • Il 9 febbraio 2014 il popolo svizzero ha accolto la proposta di aumentare di 0.10% le tre aliquote dell’IVA a partire dal 01.01.2018 per permettere di finanziare l’infrastruttura ferroviaria (FAIF).

Le nuove aliquote dal 01.01.2018 saranno le seguenti:

Aliquote
Normale Speciale Ridotta
Aliquote attuali 8.00% 3.80% 2.50%
./. Finanziamento AI -0.40% -0.20% -0.10%
+   Aumento dell’imposta FAIF +0.10% +0.10% +0.10%
Nuove aliquote dall’01.01.2018 7.70% 3.70% 2.50%

 

Per l’applicazione delle nuove aliquote IVA è previsto un periodo di transizione, verosimilmente la prima parte del 2018, durante il quale le fatture potranno essere emesse sia con le attuali aliquote, sia con le nuove in riferimento al periodo di esecuzione della fornitura o prestazione (F&P). Infatti per stabilire l’aliquota applicabile è necessario distinguere in maniera precisa se la F&P è stata eseguita nell’anno 2017 o nell’anno 2018. La data della fattura e del pagamento non sono determinanti.

Esempi:

Fattispecie Aliquota
F&P eseguite nel 2017, ma fatturate nel 2018 Aliquota vecchia
F&P eseguite e fatturare nel 2018 Aliquota nuova
Pagamento anticipato da parte di un cliente nel 2017 per una F&P effettuata nel 2018 Aliquota nuova
Diminuzione della controprestazione (sconti, ribassi, note di credito) nel 2018 per F&P eseguite nel 2017 Aliquota vecchia
Prestazioni periodiche eseguite in parte dopo il 31.12.2017 (abbonamenti, contratti di servizio e di manutenzione) Pro-rata temporis (aliquota vecchia e nuova)

 

A far data dal 01.01.2018 anche le aliquote dell’IVA a saldo verranno ridotte: così come con il metodo effettivo, anche con il metodo delle aliquote a saldo sarà determinante il periodo di esecuzione della fornitura/prestazione.

I nostri consulenti restano a Sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore richiesta di informazioni, e di seguito rendiamo disponibili maggiori informazioni e il comunicato stampa dell’AFC.

Condividi questo post su: